Istruzione e formazione professionale

La Legge 53/2003 ridisegna la struttura del sistema educativo che, per il secondo ciclo, prevede due canali, paralleli e comunicanti, ma distinti tra loro: il sistema dei licei quinquennali, ed il sistema integrato di IFP (Istruzione e Formazione Professionale).

La Legge 40/07, art. 13, comma 1 reintroduce gli istituti tecnici e professionali nel sistema di istruzione del secondo ciclo e in particolare all'art. 13, comma 1-quinquies: prevede l'adozione di Linee Guida, in Conferenza Unificata, per realizzare organici raccordi tra i percorsi degli istituti tecnici e professionali, e i percorsi di IeFP, finalizzati al conseguimento di qualifiche e diplomi professionali, di competenza delle Regioni, compresi in apposito Repertorio nazionale.

Il Decreto legislativo 226/2005, CAPO III costituisce il provvedimento, attuativo della Legge 53/2003 per il riordino del 2° ciclo del sistema educativo che al CAPO III disciplina il sistema integrato di Istruzione e Formazione Professionale, e prevede due tipologie di percorsi:

  • percorsi di durata triennale, che si concludono con il conseguimento di una qualifica professionale
  • percorsi di durata almeno quadriennale, che si concludono con il conseguimento di un diploma professionale

La Legge 296/2006, art. 1, comma 622 introduce il nuovo obbligo di istruzione per almeno 10 anni e il decreto MPI n. 139 del 22/08/07 individua i saperi e le competenze del nuovo obbligo di istruzione.

A partire dall'Accordo del 2003, si è sviluppato nel corso degli anni un percorso di collaborazione tra Stato e Regioni, che ha portato a siglare i seguenti Accordi:

Accordo in Conferenza Stato Regioni del 15/01/04 sugli standard formativi delle competenze di base Accordo in Conferenza Unificata del 28/10/04 sui dispositivi di certificazione finale ed intermedia e di riconoscimento dei crediti ai fini dei passaggi tra i sistemi Accordo in Conferenza Stato Regioni del 05/10/06 sugli standard formativi minimi delle competenze tecnico-professionali relativi a 14 figure in uscita dai percorsi sperimentali triennali Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 05/02/09 sugli standard formativi minimi delle competenze tecnico-professionali, relativi a 19 figure in esito ai percorsi triennali di IFP Accordo Stato Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 29/04/2010 ad oggetto: "Primo anno di attuazione 2010-2011 dei percorsi di istruzione e formazione professionale a norma dell'art.27, co.2 del D.Lgs 17/10/2005, n.226" si dà avvio alla messa a regime dei percorsi triennali e quadriennali di IFP per il primo anno di attuazione 2010-2011 recepito dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca con Decreto Ministeriale del 29/05/2010
Figure professionali relative alle qualifiche dei percorsi di istruzione e formazione professionale di durata triennale Standard figure triennali Competenze tecnico-professionali comuni di qualifica professionale Figure professionali dei percorsi di istruzione e formazione professionale di durata quadriennale Standard tecnici professionali
Ai fini dell'assolvimento dell'obbligo di istruzione nell'ambito di tali percorsi, si fa riferimento ai risultati di apprendimento (Regolamento n. 139/07), alle competenze chiave per l'apprendimento permanente (Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 2006) e alle competenze, conoscenze ed abilità elencate negli allegati dell'Accordo 29 aprile 2010 per ogni figura professionale. Essi costituiscono la base culturale generale di riferimento anche per l'ulteriore sviluppo del quarto anno dei percorsi di IeFP in concomitanza con il riordino del sistema di Istruzione di cui all'articolo 64, comma 4, del decreto legge n. 112/08, convertito dalla legge n. 133/08, per il primo anno di attuazione 2010/2011, i percorsi di durata triennale e quadriennale finalizzati al conseguimento dei titoli di qualifica e di diploma professionale di cui all'articolo 17, comma 1, lettera a) e b) del decreto legislativo medesimo.

Sono state approvate con D.M. n. 4 del 18 gennaio 2011 del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca le “Linee Guida di cui all’art. 13, comma 1-quinquies del D.L. 31 gennaio 2007, n. 7 convertito dalla Legge 2 aprile 2007, n. 40” sancite dall’Intesa in Conferenza Unificata del 16 dicembre 2010. Tali Linee guida contengono indicazioni per realizzare organici raccordi tra i percorsi degli Istituti professionali e i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale.

In data 27 luglio 2011 è stato sottoscritto l’”Accordo tra il MIUR il MLPS le Regioni e le Province autonome, le Province, i Comuni e le Comunità Montane riguardante la definizione delle aree professionali delle figure nazionali di riferimento dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale di cui al D. Lgs. 17 ottobre 2005, n. 226. Repertorio atti n. 66/CU del 27 luglio 2011.

Il Decreto del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 11 novembre 2011 recepisce l’”Accordo tra MIUR MLPS le Regioni e le Province autonome  riguardante gli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento per percorsi di Di Istruzione e Formazione professionale di cui al D.Lgs. 17 ottobre 2005, n. 226” .
Tale Accordo

  • istituisce il Repertorio nazionale dell’Offerta di Istruzione e Formazione professionale;
  • assume le figure descritte negli allegati 2 e 3  che costituiscono nel loro insieme il Repertorio nazionale;
  • definisce gli standard minimi formativi relativi alle competenze di base linguistiche, matematiche, scientifiche, tecnologiche storico sociali ed economiche, fatti salvi il riferimento unitario al profilo educativo, culturale e professionale  di cui all’art. 1, co. 5 e al relativo all.A) del D.Lgs 226/2005 e i saperi e le competenze relativi agli assi culturali che caratterizzano l’obbligo di istruzione di cui all’allegato del D. M. n. 1239/2007;
  • adotta  i modelli e le relative note di compilazione dell’Attestato di qualifica e del diploma professionale di Istruzione e Formazione professionale;
  • adotta Il modello e le relative note di compilazione per l’attestazione intermedia delle competenze acquisite per gli studenti che interrompono i percorsi di Istruzione e Formazione professionale.

Accordo del 27 luglio 2011- Messa a regime

Le figure professionali inserite nel Repertorio nazionali sono integrate con la figura di “Operatore del Mare e delle Acque Interne” con l’”Accordo  tra il MIUR il MLPS le Regioni e le Province Autonome riguardante l’integrazione del Repertorio delle figure professionali di riferimento nazionale approvato con l’Accordo Stato Regioni del 29 aprile2010”. L’Accordo è del 19 gennaio 2012 –rep. atti n. 21/CSR.
Il medesimo Accordo ridefinisce la figura di Operatore del Benessere.

La Regione Marche ha dato avvio ai percorsi triennali di Istruzione e Formazione professionale nell’anno scolastico 2010/2011 in regime di sussidiarietà presso gli Istituti professionali di Stato presenti nella Regione Marche. Nell’anno scolastico 2011/2012 la Regione sceglie di realizzare l’offerta di Istruzione e Formazione professionale finalizzata al rilascio dei titoli di qualifica professionale di cui al Capo III del D.Lgs. 226/2005, in regime di sussidiarietà  integrativa.
In questa tipologia di offerta gli studenti iscritti ai percorsi quinquennali degli Istituti Professionali finalizzati all’acquisizione dei Diplomi di Istruzione professionale possono conseguire, al termine del terzo anno, anche i titoli di qualifica professionale indicati nell’allegato 1) dell’Intesa del 16 dicembre 2010, in relazione all’indirizzo di studio frequentato, validi per l’assolvimento del diritto dovere all’istruzione e alla formazione.
Negli ultimi tre anni la Giunta regionale ha approvato le delibere sotto elencate che definiscono le “Linee guida per l’attuazione dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale”

DGR n.238 del 09 febbraio 2010 DGR n.1038 del 28 giugno 2010DGR n.133 del 7 febbraio 2011DGR n.322 del 19 marzo 2012 DGR n. 942 del 25 giugno 2013DGR n. 1183 del 21 ottobre 2014

Nell’anno scolastico 2012/2013 hanno termine i percorsi triennali che hanno avuto inizio nell’anno scolastico 2010/2011. La Regione ha dato indicazioni sulle modalità di realizzazione degli esami conclusivi di tali percorsi con la DGR 485 del 3 aprile 2013 modificata successivamente con la DGR 657 del 6 maggio 2013

Al termine dell’anno scolastico 2012/2013 si sono tenuti, per la prima volta, in tutti gli Istituti Professionali della Regione Marche e negli Enti di Formazione che hanno realizzato i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale,  gli esami di qualifica dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale che hanno avuto inizio nell’anno scolastico 2010/2011. La Giunta regionale ha approvato le linee guida in merito alle sessioni di esame conclusivi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale con DGR n. 499 del 28 aprile 2014.

I risultati degli esami sono evidenti nella seguente presentazione.

Rapporti annuali finanziari e fisici degli interventi in materia di Diritto-Dovere all’Istruzione e alla Formazione professionale realizzati dalla regione Marche inviati ad ISFOL per il monitoraggio.

ESAMI DI QUALIFICA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE 2012\13ESAMI DI QUALIFICA DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE 2013\14