Precari della scuola 2014


ACCEDI ALLA COMPILAZIONE PER LA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI PRECARI ANNO 2014


AMMISSIONE A FINANZIAMENTO PROGETTI PRECARI DELLA SCUOLA ANNO 2014

Con DDPF n. 76/IFD del 14/04/2014 si è proceduto alla approvazione, ammissione a finanziamento dei progetti precari anno 2014.

Con DDPF n. 201/IFD del 22/07/2014 si è provveduto alla liquidazione della somma di € 120.598,21 in favore delle Istituzioni Scolastiche indicate nell’allegato 1) al predetto decreto, per progetti precari della scuola anno 2014.

Con DDPF n. 220/IFD del 26/08/2014 si è provveduto alla liquidazione della somma di € 89.212,18 in favore delle Istituzioni Scolastiche indicate nell’allegato 1) al predetto decreto, per progetti precari della scuola anno 2014.

Con DDPF n. 235/IFD  del 02/09/2014 si è provveduto alla liquidazione della somma complessiva di € 42.338,28 in favore delle Istituzioni Scolastiche indicate nell’allegato 1) al predetto decreto, per progetti precari della scuola anno 2014.

Con DDPF n. 243/IFD del 09/09/2014 si è provveduto alla liquidazione della somma di € 18.762,21 in favore delle Istituzioni Scolastiche indicate nell’allegato 1) al predetto decreto, per progetti precari della scuola anno 2014.

Con DDPF n. 257/IFD  del 16/09/2014 si è provveduto alla liquidazione della somma complessiva di € 11.600,72 in favore delle Istituzioni Scolastiche indicate nell’allegato 1) al predetto decreto, per progetti precari della scuola anno 2014.

VERIFICHE NOMINATIVI PRECARI DELLA SCUOLA ANNO 2014

La P.F. Istruzione ha inviato all’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e alle parti sindacali, le richieste di controllo nominativi precari della scuola  individuati per la realizzazione dei progetti regionali. 
In data 24/03/2014 è pervenuta l’ultima risposta dai competenti uffici dell’U.S.R. Marche, relativa ai precari indicati nell’allegato elenco.
Per quanto riguarda le graduatorie provinciali, i predetti uffici hanno verificato che i precari indicati nei progetti regionali sono in esse presenti.
Per quanto riguarda le graduatorie d’istituto è stato evidenziato che la responsabilità dell’individuazione rimane in capo all’istituzione scolastica che ha inoltrato il progetto.
Qualora emergano nel corso dell’anno, segnalazioni concernenti la non corretta individuazione dei precari ai sensi di quanto stabilito al punto 2 del bando precari, si procederà alla immediata comunicazione di sospensione progetto onde consentire la verifica di quanto eventualmente segnalato. 
Nel caso che,  venga accertata la non ottemperanza a quanto stabilito nel bando, il contributo sarà revocato e i costi sostenuti per il progetto regionale resteranno a carico dell’istituzione scolastica che lo ha proposto.

In data 26/03/2014 sono pervenute le risposte ad una ulteriore richiesta di verifica controllo nominativi precari come da allegato elenco.
I competenti uffici hanno verificato la presenza dei precari nelle graduatorie provinciali.



PUBBLICAZIONE ELENCO PRECARI

In attesa delle risposte alle verifiche richieste all’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche relativamente ai precari coinvolti nei progetti regionali Bando Precari 2014, si pubblica l’elenco contenente le istituzioni scolastiche con indicati a fianco di ciascuno il nominativo del precario/a.

La Giunta Regionale ha ritenuto opportuno proseguire anche per l’anno 2014,  le politiche per la difesa del lavoro avviate dall’anno 2008, attivando una strategia appropriata per continuare a sostenere i precari Docenti e ATA della scuola allo scopo di favorire il rafforzamento, lo sviluppo e la valorizzazione del capitale umano, sostenere una effettiva valorizzazione di tali lavoratori, e per contenere e ridurre gli effetti dei tagli sull’occupazione e migliorare la qualità complessiva del sistema scolastico regionale.
Considerata quindi la disponibilità di personale precario della scuola in lista nelle graduatorie provinciali e visto che le carenze di organico della scuola, come determinati dall’applicazione dalla L.133/2008, hanno comportato il mancato reimpiego nel circuito scolastico di un numero rilevante di personale Docente e personale ATA, l’intento della Regione Marche è di utilizzare tali professionalità nella realizzazione dei seguenti interventi regionali:


a) Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica 
b) Sostegno agli alunni disabili e DSA;
c) Integrazione linguistica per alunni con cittadinanza non italiana 
d) Supporto delle funzioni ATA nel rispetto delle mansioni definite dal CCNL come da profilo di appartenenza. Gli assistenti amministrativi e assistenti tecnici possono essere impiegati in progetti legati all’informatizzazione (Segreterie, LIM etc.) in relazione alla complessità delle istituzioni di riferimento.

Intervento prioritario per l’anno 2014

Per il corrente anno 2013/2014, viene considerato prioritario il seguente intervento:
Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica  mediante il potenziamento delle attività laboratoriali presso gli Istituti Professionali Statali e/o Istituti d’Istruzione Superiore Statali, della Regione Marche con associati Istituti Professionali, che realizzano percorsi IeFP con l’impiego di un precario da scegliere tra: Docenti, Insegnanti Tecnici Pratici e Assistenti Tecnici”.


BANDO PRECARI ANNO 2014

Con DGR n. 160 del 17/02/2014 la Giunta regionale ha approvato i criteri per l’assegnazione di ausili finanziari per la realizzazione di progetti a favore dei precari della scuola.
Con decreto dirigenziale n. 13/IFD del 20/02/2014, è stato approvato il Bando Precari anno 2014 in attuazione alla predetta deliberazione.

I progetti per i quali verrà stipulato il contratto di lavoro devono avere la durata di:
- minimo 3 mesi prorogabili a 4 per i Docenti;
- minimo 3 mesi prorogabili a 5 per gli ATA 

Tutti i progetti dovranno comunque concludersi entro il corrente a.s. 2013/2014.

Il progetto si intende ammissibile a finanziamento al verificarsi delle seguenti condizioni:
- che venga stipulato il contratto di lavoro entro e non oltre il giorno successivo alla data di presentazione e invio telematico dell’istanza, e contestualmente venga dato avvio all’attività lavorativa del precario/a;
- che venga inserita, nella procedura informatica, la data di sottoscrizione del contratto di lavoro a tempo determinato lo stesso giorno in cui lo stesso viene firmato;
- che il precario indicato in istanza sia stato selezionato dalle graduatorie provinciali e in via secondaria dalle graduatorie d’istituto;
- che il medesimo precario non sia stato indicato anche in altre istanze di contributo.

FASI PRESENTAZIONE ISTANZA:

Prima fase: dalle ore 9,00 del giorno  24/02/2014 alle ore 13,30 del  giorno 28/02/2014.
In questa fase possono presentare istanza esclusivamente i Dirigenti Scolastici degli Istituti Professionali Statali e/o Istituti d’Istruzione Superiore Statali con associati Istituti Professionali  che realizzano percorsi IeFP, per interventi di prevenzione e contrasto della dispersione  scolastica mediante il potenziamento di attività laboratoriali con l’impiego di un precario da scegliere nelle graduatorie provinciali e in via secondaria in quelle d’istituto, tra: Docenti, Insegnanti Tecnici Pratici e Assistenti Tecnici.
Può essere presentata una sola istanza per ciascun Istituto Professionale o I.I.S, indicando un solo precario.

Seconda fase: dalle ore 9,00 del giorno 03/03/2014 alle ore 13,30 del  giorno 07/03/2014.
In questa fase possono presentare istanza i Dirigenti Scolastici che non hanno presentato istanza nella prima fase, per gli interventi indicati nell’allegato 1) al Bando Precari - punto 3. Ambiti d’Intervento lettere: a), b), c) e d). 
Pertanto tutte le istituzioni scolastiche statali possono presentare istanza nella seconda fase ad esclusione degli Istituti Professionali Statali e/o Istituti d’Istruzione Superiore Statali con associati Istituti Professionali che hanno già presentato istanza nella prima fase.
Può essere presentata una sola istanza per ciascuna istituzione scolastica, indicando un solo precario.

Terminata l’istruttoria di assegnazione contributi relativamente alla prima e seconda fase, qualora residuassero risorse, si procederà ad una terza apertura per la presentazione di ulteriori istanze e seconde istanze di contributo.

Terza eventuale fase: dalle ore 9,00 del giorno 10/03/2014 alle ore 13,30 del giorno 12/03/2014.
In questa fase potranno accedere esclusivamente i Dirigenti Scolastici degli Istituti Professionali Statali e/o Istituti d’Istruzione Superiore Statali con associati Istituti Professionali, che realizzano percorsi IeFP, per tutti gli interventi indicati al predetto punto 3. del bando.  
Può essere presentata una sola istanza per ciascun Istituto Professionale o I.I.S, indicando un solo precario.

Qualora residuassero ulteriori risorse si procederà a riaprire la procedura per il seguente periodo:
dalle ore 9,00 del giorno 13/03/2014 alle ore 13,30 del 21/03/2014.
In questo secondo ed ultimo periodo potranno presentare istanza di contributo i  Dirigenti Scolastici che non hanno presentato istanza nella precedente apertura della terza fase, per gli interventi indicati sempre punto 3 lettere: a), b), c) e d). 
Pertanto tutte le istituzioni scolastiche statali possono presentare istanza nella seconda apertura della terza fase ad esclusione degli Istituti Professionali Statali e/o Istituti d’Istruzione Superiore Statali con associati Istituti Professionali che hanno già presentato istanza nella prima apertura della terza  fase.

Può essere presentata una sola istanza per ciascuna istituzione scolastica. 

Le fasi di presentazione istanza sono successive e si intendono residuali l’una all’altra.

Il sistema di inserimento verrà disattivato ad esaurimento delle risorse.

Per la generazione della firma digitale deve adoperarsi un certificato qualificato che, al momento della sottoscrizione, non risulti scaduto di validita' ovvero non risulti revocato o sospeso.
Si prega pertanto di verificare la validità del proprio certificato prima di accedere alla fase di presentazione istanza.



Con DGR n. 18 del 20/01/2014 è stato approvato lo schema di convenzione la Regione Marche, l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche e le Segreterie regionali: CGIL, CISL, UIL  Segreterie regionali:  FLC- CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS CONFSAL in materia di assegnazione di ausili finanziari per la realizzazione di progetti a favore di Docenti e personale ATA precari, finalizzati al potenziamento dei servizi a favore degli studenti.


In data 24 gennaio 2014 la Regione Marche, l’Ufficio Scolastico Regionale e le parti sindacali coinvolte hanno sottoscritto la convenzione in favore dei precari della scuola.

Con DGR n. 37 del 27/01/2014 la Giunta Regionale ha trasmesso,  alla presidenza del Consiglio regionale, per il parere della competente commissione consiliare, lo schema di deliberazione concernente: L.R. n. 49 del 23/12/2013 Art.3. Misura anticrisi 2014. Criteri e modalità in materia di assegnazione di ausili finanziari per la realizzazione di progetti a favore di docenti e personale ATA precari finalizzati al potenziamento dei servizi a favore degli studenti. Allegato 1).

 


 

Qui di seguito è riportato l'elenco dei Bandi e tutta la documentazione in riferimento ai precari della scuola, suddivisi per anno.
I seguenti Bandi sono una modalità per l'assegnazione dei contributi e per la realizzazione dei progetti a favore dei precari della scuola.

L'iniziativa rappresenta una misura anticrisi che va a sostenere i precari e le autonomie scolastiche.

Precari della scuola 2013 Precari della scuola 2012 Precari della scuola 2011 Precari della scuola 2010