Ammortizzatori sociali in deroga 2015

AVVISO del 10  DICEMBRE 2015
A seguito della verifica amministrativo contabile effettuata dall’INPS Regionale relativa alla disponibilità dei fondi necessari per la liquidazione delle richieste residue del 2015, si informa che la Regione Marche provvederà ad autorizzare le istanze di CIG in deroga pervenute al sistema telematico CO Marche nel periodo dal 1/7/2015 al 30/11/2015. Conseguentemente l’INPS provvederà alle liquidazioni dei trattamenti connessi alle autorizzazioni.

AVVISO del 28  SETTEMBRE 2015
Si comunica che con l’entrata in vigore del D.Lgs. del 14 settembre 2015 n.148, i lavoratori assunti con contratto di apprendistato professionalizzante presso aziende rientranti nel campo di applicazione della CIGS e/o della CIGO non hanno più diritto alla CIG in deroga, in quanto l’art.2 del citato D.Lgs. estende i trattamenti ordinari di integrazione salariale ( CIGO/CIGS ) alla tipologia del contratto di apprendistato professionalizzante. La disposizione si applica dal 24 settembre 2015 ; che rappresenta il giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del D.Lgs n. 148/2015. Per le domande di CIGD non ancora presentate al sistema telematico regionale CO Marche , che, in coerenza con l’accordo sindacale , prevedono di iniziare la sospensione o la riduzione di orario in data antecedente a quella del 24/9/2015 , si applicano le disposizioni vigenti a quella data. Per gli apprendisti in forza alle aziende artigiane e commerciali , quest’ultime con numero di addetti inferiore a 50 continuano ad applicarsi, fino al 31 /12/2015 le disposizioni sulla CIG in deroga del DI n. 83473 del 1.8.2014.

AVVISO del  5  AGOSTO 2015
Si informa che a seguito dell’emanazione del Decreto Interministeriale n. 90973 del 8.7.2015 dove il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, assegna risorse finanziarie alla Regione Marche per gli ammortizzatori sociali in deroga, che sommate alle economie accertate dall’INPS sulle erogazioni relative al 2014, sono sufficienti a coprire il fabbisogno del primo semestre 2015. Pertanto la Regione Marche procederà ad autorizzare le istanze di CIG in deroga pervenute al sistema telematico COmarche nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2015 e il 30 giugno 2015 conseguentemente l’INPS provvederà alle connesse liquidazioni.

AVVISO del  13  MAGGIO 2015
Si informa che l’ 8 maggio 2015 il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha emanato il decreto n.89936, che, all’art.1, assegna ulteriori risorse finanziarie alla Regione Marche per gli ammortizzatori sociali in deroga che risultano sufficienti a coprire il fabbisogno dell’anno 2014. Conseguentemente la Regione Marche procederà ad autorizzare le istanze di CIG in deroga relative ai mesi di settembre –ottobre-novembre e dicembre 2014, e l’INPS provvederà alle connesse liquidazioni, cui si aggiungerà anche agosto 2014 già precedentemente autorizzato.

AVVISO del  31  MARZO 2015
Si informa che con ordinanza n. 1108 depositata l'11 marzo 2015, la sesta sezione del Consiglio di Stato ha accolto l'appello cautelare presentato da Confprofessioni, sospendendo l'esecuzione dell'ordinanza del Tar Lazio che aveva confermato l'esclusione dei dipendenti degli studi professionali dalla Cig in deroga, contenuta nel Decreto Interministeriale n. 83473 del 1 agosto 2014. In esecuzione di quanto disposto dal Consiglio di Stato e in attesa che il TAR del Lazio si pronunci definitivamente sulla controversia, è riconosciuta ora la possibilità dei dipendenti degli studi professionali di fruire della CIG in deroga nel rispetto dei criteri e della durata stabiliti dal DI citato.

AVVISO del  24  FEBBRAIO 2015
Si comunica che a seguito di verifiche effettuate dalla Direzione Regionale INPS sui pagamenti eseguiti e sulle risorse ancora disponibili, potranno essere liquidate le provvidenze di CIG e mobilità in deroga relative al mese di luglio 2014.

AVVISO del  26  GENNAIO 2015
Si informa che l’Assessore Regionale alle Politiche del Lavoro Marco Luchetti e le parti sociali hanno siglato in data 23 gennaio 2015 una nuova intesa istituzionale territoriale che disciplina gli ammortizzatori sociali in deroga per l’anno 2015 in coerenza con i nuovi criteri previsti dal Decreto Interministeriale n.83473 del 1 agosto 2014

AVVISO del  16  GENNAIO 2015
Si comunica che la Regione Marche  in accordo con l’INPS regionale ritiene che la categoria dei lavoratori a domicilio in regime di monocommessa , pur non essendo espressamente nominati tra i soggetti beneficiali dei trattamenti in deroga dall’art.2  del DI 83473 del 1/8/2014,   siano da considerarsi ammissibili ai trattamenti in deroga, in quanto principi che regolano il rapporto di lavoro a domicilio sono gli stessi applicabili alla generalità dei lavoratori subordinati, tranne alcune particolarità legate alla natura  del rapporto di lavoro.  
Ad integrazione dell’avviso del 15/1/2015 si informa che è disponibile un modello standard su cui redigere l’accordo sindacale  e che  il sistema telematico regionale CO Marche accetterà istanze di CIG in deroga per un periodo minimo di 15 giorni di calendario consecutivi. Scarica accordo

AVVISO del  15  GENNAIO 2015
In relazione alle istanze di CIG in deroga da presentare per l’anno 2015, si informa che la Regione Marche  ha aggiornato  il sistema telematico  CO Marche per adeguarlo ai criteri di concessione stabiliti dal DI n. 83473 del 1.8.2014 e ai chiarimenti apportati dalla Circolare del MLPS n.19 dell’11/9/2014 e dalla successiva nota del MLPS del 24/11/2014. 
Al fine di una applicazione aderente alle finalità  generali  relative alla disciplina dei criteri di concessione della CIG in deroga alla vigente normativa  di cui al DI  83473 del 1/8/2014  la Regione Marche congiuntamente alla Direzione Regionale INPS ritengono opportuno fornire  le seguenti indicazioni:
  • Dal 1/1/2015 possono presentare istanza di CIG in deroga solo i soggetti giuridici qualificati come imprese  ai sensi dell’art.2082 e 2083 del Codice Civile;
  • Sono escluse pertanto le associazioni di categoria sindacali, datoriali e gli studi professionali;
  • I lavoratori subordinati  destinatari della CIG in deroga  possono essere solo quelli che hanno maturato 12 mesi di anzianità presso l’azienda che presenta l’istanza di CIG;
  • L’istanza di CIG in deroga deve essere trasmessa  al sistema telematico regionale CO Marche entro 20 giorni dall’inizio della sospensione;
  • Successivamente al rilascio da parte dell’INPS della procedura telematica   prevista dal DI 83473, fermo restando lo stesso termine di scadenza l’istanza di CIG in deroga dovrà essere presentata anche all’INPS secondo le modalità che verranno indicate dall’Istituto stesso;
  • L’eventuale obbligo dell’invio cartaceo verrà tempestivamente comunicato a seguito di chiarimenti in corso;
  • I limiti massimi della durata del trattamento di CIG in deroga nell’anno 2015 sono stabiliti in cinque mesi per ciascuna unità produttiva in cui si articola l’impresa;
  • Per il conteggio del limite massimo si deve far riferimento al periodo o periodi di sospensione richiesta dall’impresa  nell’anno 2015 per ciascuna unità produttiva a prescindere dal numero dei lavoratori coinvolti;
  • L’impresa, prima del ricorso alla CIG in deroga  deve aver utilizzato  gli strumenti ordinari di flessibilità (ferie residue e maturate, permessi, banca ore ). Sono escluse le ferie programmate  che possono coincidere con le chiusure aziendali.
  • L’accordo sindacale  deve essere preventivo o almeno contestuale all’inizio della sospensione di CIG in deroga richiesta e deve indicare una delle causali previste dall’art.2 del DI 83473 del 1/8/2014.
La Regione Marche  e la Direzione Regionale INPS  si riservano di emanare ulteriori avvisi in relazione a novità legislative o amministrative  che dovessero intervenire in materia