Vecchia Normativa (D.Lgs. n. 276/2003)

Il D.Lgs. n. 276/2003 (c.d. riforma Biagi) innova profondamente l'istituto dell'apprendistato, prevedendo tre tipologie contrattuali:

  • l'apprendistato per l'espletamento del diritto dovere all'istruzione e alla formazione
  • l'apprendistato professionalizzante
  • l'apprendistato per il conseguimento di un diploma o per percorsi di alta formazione

Nella Regione Marche è operativo dal novembre 2004, in forma sperimentale per il settore terziario, l'apprendistato professionalizzante. La regolamentazione applicativa per tutti i settori è avvenuta con l'approvazione da parte della giunta regionale della DGR 976 del 1 agosto 2005, che ratifica l'accordo raggiunto con le parti sociali in data 28 luglio 2005.
L'atto approvato struttura in nuovo apprendistato in un dispositivo completo, conforme alle norme regionali e nazionali, fornisce inoltre, elementi di chiarezza su concetti fondamentali quali: formazione formale, piano formativo individuale, profili formativi, e disciplina infine la formazione interna all'azienda in coerenza con le previsioni dell'art. 17 della L.R. n. 2/2005, il quale stabilisce la prevalenza della  formazione esterna.
Le principali innovazioni che disciplinano l'istituto riguardano le procedure di assunzione e gli aspetti legati alla formazione.
L'innovazione introdotta dalla DGR 976/2005 per l'assunzione concerne il c.d. parere di conformità, elemento obbligatorio richiesto in funzione di controllo, che attesta la coerenza tra piano formativo individuale e profili formativi individuati dalla Regione. E' rilasciato dagli Enti Bilaterali o dalle Commissioni Provinciali per il Lavoro.
La formazione formale può essere realizzata  anche internamente dall'impresa formativa accreditata dalla Regione Marche per la formazione continua, o dall'azienda che autodichiara la propria capacità formativa interna. In questo ultimo caso la formazione formale erogata non potrà essere superiore a 40 ore nel primo anno e a 50 ore nel secondo anno, e dovrà essere inserita in unico progetto realizzato congiuntamente ad un ente di formazione accreditato.
L'assunzione dell'apprendista è subordinata alla  presenza di due elementi: la presenza del CCNL di settore che disciplina l'apprendistato professionalizzante secondo quanto previsto dall'art. 49 del D. Lgs. 276/2003 e, contestualmente, dai profili formativi approvati dalla Giunta regionale.
Ad oggi sono stati approvati i profili formativi relativi ai seguenti settori: terziario distribuzione e servizi e distribuzione cooperativa, tessile abbigliamento calzature, credito, metalmeccanica, edilizia, alimentare, legno e arredamento, trasporto merci e logistica, carta e cartotecnica, grafico editoriale, assistente revisore contabile.

Profili formativi per l'apprendistato professionalizzante
La presente sezione ti consentirà di consultare i profili formativi per l'apprendistato professionalizzante per ciascun settore fra quelli approvati attualmente.

Approvazione profili formativi per l'apprendistato professionalizzante
La presente sezione ti consentirà di consultare le delibere di approvazione dei profili formativi per l'apprendistato professionalizzante per ciascun settore fra quelli approvati attualmente

Delibera n. 976 del 1 agosto 2005 - Disciplina applicativa dell'apprendistato professionalizzante Delibera n. 869 del 24 luglio 2006 - Modifica alla Delibera della Giunta Regionale n. 1661/2000. Approvazione del nuovo modello unico di comunicazione di assunzione apprendista comprensiva dei dati sul tutore aziendale Delibera n. 870 del 24 luglio 2006 - Modifica alla Delibera della Giunta Regionale n. 976 del 01/08/2005 recante - Disciplina applicativa dell'apprendistato professionalizzante Delibera n. 1462 del 18 dicembre 2006 - Disciplina applicativa dell'apprendistato professionalizzante. Sospensione termini Nuovo modello di assunzione per l'apprendistato Piano formativo individuale - Allegato n. 1 alla DGR n. 976 del 01/08/2005 Modulo per la dichiarazione di azienda con capacità formativa interna - Allegato n. 2 alla DGR n. 976 del 01/08/2005Apprendistato art. 16 legge 196/97. Assunzioni in deroga al limite d'età Comuni della Regione Marche ricadenti nell'Ob. 2 e nel sostegno transitorio

Apprendistato professionalizzante o di mestiere (ex art. 4 del D.Lgs n. 167/2011)